venerdì 26 maggio 2017

"Ultimo appello" di Steve Cavanagh





Scritta per ThrillerNord 

(http://thrillernord.it)






Titolo: Ultimo Appello

Autore: Steve Cavanagh

Editore: Longanesi

Anno di pubblicazione: 2017

Pagine: 456

Prezzo di copertina: € 18,60


Sinossi Cosa accade quando un ex genio della truffa diventato avvocato si trova a dover difendere dall’accusa di omicidio
il fondatore multimilionario di uno dei social media più importanti e frequentati del momento? Le vite di Eddie Flynn e David Child si incrociano inevitabilmente quando l’FBI, pronta ad incastrare per frode uno degli studi legali più grandi di New York specializzato in diritto societario, chiede a Flynn di difendere il giovane milionario per convincerlo a testimoniare contro lo stesso studio legale che prima lo rappresentava.

Questo l’intreccio estremamente complesso presentato da Steve Cavanagh, avvocato di Belfast che ha esordito come scrittore con il romanzo “Il difensore” sempre edito dalla casa editrice Longanesi. Ci troviamo di fronte ad una narrativa di genere legal thriller, con passaggi tecnici realistici e appassionanti soprattutto per i conoscitori del mondo legale ma non solo ; infatti ogni cosa è spiegata da Cavanagh con estrema semplicità e in maniera diretta. Per questo motivo, a differenza di molti altri legal thriller che possono apparire particolarmente noiosi per i non conoscitori della procedura penale, “Ultimo appello” rappresenta a mio parere un’eccezione poiché si adatta ad un pubblico di lettori più vasto. 

Il personaggio di Eddie Flynn è sicuramente positivo, rappresentando un riscatto personale ed una redenzione degni di nota. 






Cavanagh riesce perfettamente a coinvolgere il lettore nella storia, rendendo possibile l’immedesimazione sia nei panni di Flynn che in quelli di Child. La trama è accattivante, la narrazione è lineare e senza troppi fronzoli: per questo motivo “Ultimo appello” è un romanzo che si legge tutto d’un fiato, invitante e appassionante. Lo consiglio senza alcuna riserva.

Nessun commento:

Posta un commento